Cuculi (o cuddura cu l’ova)

Dopo avervi presentato le nepitelle oggi vi mostro un’altra ricetta pasquale calabrese che preparavo sempre a casa con la mia mamma: i cuculi, chiamati anche cuzzupe o cuddura cu l’ova. Vi ho mai parlato di zia Maria? Ecco, lei era la sorella di mia nonna e a dir la verità, tra le più grandi era l’unica che amava passare del tempo in cucina… sin da piccola la guardavo con ammirazione mentre con una velocità incredibile sfornava torte, bombe, stantuffi e gnocchi per tutta la famiglia… e non eravamo mica pochi! Era sempre un pò difficile pretendere da lei una ricetta scritta con ingredienti e dosi, la sua risposta era sempre quanto basta, vai un pò ad occhio! Ma a furia di stare li a guardarla sono riuscita a trascriverla io stessa e quest’anno ho deciso di prepararla da sola seguendo la sua ricetta. Ecco i nostri cuculi…miei e di zia Maria!

  • 1 kg farina 00 +20 g
  • 275 gr zucchero
  • 5 uova (circa 330 gr)
  • 2 limoni bio
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 80 gr di latte
  • 125 gr margarina o strutto

Per decorare

  • 5 uova più 1 per spennellare
  • granella di zucchero o codette colorate

Procedimento

  1. IMG_4979 IMG_4981 IMG_4983 IMG_4984

    Per preparare i cuculi iniziate prima di tutto a bollire le uova. Sistematele in un pentolino capiente aggiungete l’acqua fredda e da quando inizierà a bollire abbassate la fiamma e attendete 10 minuti, poi scolatele e lasciatele raffreddare. Nel frattempo iniziate a preparare i cuculi: su una spianatoia versate la farina e lo zucchero, ricreate la classica forma a fontana e aggiungete il primo uovo. Mescolate con una forchetta prendendo man mano la farina dai bordi e proseguite in questo modo aggiungendo un uovo per volta.

  2. IMG_4990 IMG_4992 IMG_4996 IMG_4998

    Una volta aggiunte tutte le uova unite anche la margarina a fiocchi e la scorza dei limoni. Iniziate ad impastare con le mani, aggiungendo il lievito e il latte fino a quando non avrete ottenuto un impasto liscio ed omogeneo. Poi formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare per almeno 15-20 minuti in frigorifero.

  3. IMG_5000 IMG_5002 IMG_5004 IMG_5005

    Trascorso questo tempo riprendete l’impasto. Per ciascuna cuddura rotonda occorreranno 3 porzioni di impasto da 115 gr, potrete ritagliarle utilizzando un tarocco, prestate attenzione soltanto a impellicolare nuovamente il vostro impasto, altrimenti tenderà a seccare. Utilizzando le dita ricavate dei filoni, e bloccateli insieme solo su una estremità. Iniziate ad intrecciarli fino a terminare.

  4. IMG_5007 IMG_5014 IMG_5015 IMG_5012

    A questo punto eliminate la parte iniziale dell’intreccio e arrotolate la pasta intorno all’uovo ritagliando l’eccesso. Impastate nuovamente i ritagli e utilizzateli per creare una croce sull’uovo.

  5. IMG_5017 IMG_5019 IMG_5020 IMG_5024

    Trasferite i cuculi su una leccarda foderata di carta forno e spennellate la superficie con l’uovo precedentemente sbattuto. Ricoprite con la granella di zucchero e cuocete in forno statico preriscaldato a 175° per 35 minuti. Quindi sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

  6. IMG_5029 IMG_5030 IMG_5033 IMG_5037

    A questo punto realizzate i cuculi lunghi. Questa volta prelevate 3 pezzi di impasto da 180 gr ricavate dei filoni ugualmente lunghi ma più spessi e bloccate insieme le 3 estremità. Posizionate l’uovo al centro ed intrecciate come fatto in precedenza. Ritagliate la parte finale e utilizzatela per creare le croci sull’uovo. Posizionate i cuculi su una leccarda da forno, spennellate nuovamente con l’uovo, ricoprite con la granella di zucchero e cuocete in forno statico preriscaldato a 175° per 40 minuti. Quindi sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

cuculi

Il piatto è pronto…Non mi resta che augurarvi buon appetito! 

Avvolgete i cuculi nella pellicola e conservateli per una settimana! Scegliete la forma che preferite… l’importante è che le uova utilizzate per decorare siano sempre dispari!

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*