Pizza in teglia con farina nuvola

Pizza in teglia con lievito di birra

Oggi prepariamo la pizza in teglia con lievito di birra. Per farlo ho utilizzato la farina nuvola Caputo, ma se non riuscite a trovarla non temete, potete utilizzare una farina “0” con un W intorno ai 260. Per coloro che non sono molto esperti in cucina significa scegliere una farina con l’indicazione per pane o pizza espressa sulla confezione. Ma veniamo a noi, questa pizza in teglia risulterà molto morbida alla base e croccantina in superficie, proprio come piace a me! Ho scelto di realizzare uno dei condimenti più semplici, ma voi potrete personalizzarla con gli ingredienti che più amate. Ho utilizzato un’idratazione al 75% per rendere le cose più semplici a tutti, l’impasto infatti risulterà idratato ma sarà facilmente lavorabile. La quantità di lievito è davvero minima e ciò vi permetterà di ottenere una pizza ben alveolata e allo stesso tempo facilmente digeribile! Ciò che vi consiglio è di prestare molta attenzione alle pieghe slap and fold (cliccate per vedere come fare) e di non saltare questo passaggio, servirà ad ottenere un impasto liscio ed una maglia glutinica ben sviluppata! Quindi anche se perderete qualche minuto in più il risultato finale vi ripagherà certamente!

Preparare la pizza in casa è sempre magico, vi consiglio di provare anche: la pizza con farina integrale e la pizza con lievito madre liquido!

Ingredienti per una pizza in teglia con lievito di birra da 30x40 cm

  • 400 g farina nuvola (farina 0 con W di circa 260)
  • 300 g acqua fresca
  • 13 g sale fino
  • 3 g lievito di birra fresco (oppure 1 g di lievito di birra disidratato)
  • 12 g olio e.v.o.
  • 5 g malto in polvere (o 10 g di miele o zucchero)


per il condimento

  • 350 g passata di pomodoro
  • 300 g mozzarella
  • sale fino
  • origano
  • olio e.v.o.

Procedimento


  1. Per preparare la pizza in teglia con lievito di birra come prima cosa versate la farina nella ciotola di una planetaria. Aggiungete il lievito di birra sbriciolato, il malto e azionate la planetaria a velocità bassa. Aggiungete l’acqua a filo.

  2. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo unite il sale e l’olio, sempre lentamente. Continuate a lavorare per 3-4 minuti.

  3. Aumentate leggermente la velocità della planetaria. Quando l’impasto sarà ben incordato trasferitelo su un piano e aiutandovi con un tarocco fate delle pieghe, sollevando i lembi di pasta esterni e portandoli verso il centro. Coprite l’impasto con la ciotola della planetaria e aspettate 15 minuti.

  4. Trascorsi i 15 minuti l’impasto risulterà più lavorabile. Date adesso delle pieghe slap and fold (link in presentazione) e coprite con la ciotola. Aspettate 15 minuti e ripetete questa operazione ancora un’altra volta. Coprite sempre con la ciotola e lasciate riposare per 15 minuti. Poi date ancora un giro di pieghe, pirlate l’impasto fino ad ottenere una forma sferica e trasferitelo nella ciotola pulita e asciutta.

  5. Coprite con della pellicola e lasciate lievitare per 6 ore ad una temperatura di circa 20°. Se la temperatura in casa è maggiore i tempi di lievitazione potrebbero essere inferiori, viceversa se la temperatura è più bassa i tempi di lievitazione saranno maggiori. Adesso condite la passata di pomodoro con sale olio e origano. Mescolate e riponete in frigo. Tagliate quindi la mozzarella a cubetti, trasferitela in un colino posto in una ciotola, coprite con pellicola e trasferite in frigo. Quando l’impasto sarà quasi lievitato riprendete dal frigo la passata di pomodoro, è meglio non utilizzarla fredda, in alternativa potete scaldarla per qualche secondo in microonde. Non dovrà essere calda ma solo a temperatura ambiente.

  6. Trascorse le sei ore l’impasto avrà quasi triplicato il suo volume. Prendete ora una teglia da forno grande 30×40 cm. Ungetela leggermente, non troppo. Versate l’impasto all’interno e stendetelo allargandolo con i polpastrelli. Potete anche sollevarlo delicatamente e distenderlo. Se non riuscite a ricoprire subito l’intera superficie della teglia non preoccupatevi. La quantità di impasto è giusta. Aspettate una decina di minuti e poi stendete di nuovo la pasta, vedrete che riuscirete facilmente.

  7. Condite con la passata di pomodoro ormai a temperatura ambiente e lasciate lievitare ancora per un’ora. Cuocete in forno statico preriscaldato a 200° per 20 minuti. Sfornate quindi la pizza, aggiungete i cubetti di mozzarella e cuocete ancora per una decina di minuti fino a che la mozzarella non si sarà sciolta. Se volete un bordo più dorato in questi ultimi 10 minuti potete azionare la modalità ventilata, o il grill. Sfornate e guastate la pizza in teglia ancora calda!


Pizza in teglia con farina nuvola
Il piatto è pronto… non mi resta che augurarvi buon appetito!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.