Piattoni bolliti

Piattoni bolliti

Dopo il successo delle erbette bollite voglio proporvi un altro contorno semplice da realizzare. Ma come si cucinano i piattoni bolliti? Da oggi non ci saranno più segreti per voi e con questa ricetta preparerete tantissime insalatine! I piattoni sono conosciuti anche come fagiolini corallo e rispetto ai classici fagiolini, a forma di cornetto, sono più lunghi e piatti, proprio come suggerisce il loro nome! Ci fanno compagnia da marzo a settembre e sono ottimi da gustare freddi in estate, ma anche tiepidi quando la temperatura è un po’ più bassa. Allora cosa aspettate? Iniziamo a cucinare 🙂

Se cercate altre ricette con i fagiolini provate anche questa insalata con patate. Scopri anche come cucinare gli edamame, i fagioli di soia!

Ingredienti

  • 500 g piattoni
  • sale fino q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di aceto
  • un filo d’olio
  • menta secca q.b.

Come preparare i piattoni bolliti


  1. Per preparare i piattoni bolliti come prima cosa lavateli bene. Poi spuntateli da entrambi i lati. A questo punto tagliateli in 3 pezzi, facendo un taglio leggermente obliquo saranno più carini.

  2. Ponete sul fuoco una pentola con dell’acqua, salate e portate a bollore. Aggiungete quindi i fagiolini e cuocete per 15 minuti. I piattoni sono più duri, quindi rispetto ai fagiolini avranno bisogno di qualche minuto di cottura in più. Scolate i fagiolini per bene. Nel frattempo sbucciate lo spicchio d’aglio e tritatelo finemente.

  3. Trasferite i piattoni in una ciotola. Condite con olio, aceto, il trito di aglio e una manciata di menta secca. Mescolate bene e servite. In alternativa potete conservare i piattoni bolliti in frigo e servirli freddi.

Piattoni bolliti

Il piatto è pronto… non mi resta che augurarvi buon appetito!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.