Casetta di savoiardi

Casetta di savoiardi

Ogni anno, insieme a mia sorella, per allestire la tavola di Natale prepariamo una casetta di pan di zenzero, una di quelle che vendono all’ikea, che basta solo montare e decorare. Poco tempo fa sfogliando una rivista, insieme ad una mia collega abbiamo trovato questa casetta di savoiardi, così non sono riuscita ad aspettare l’arrivo del Natale per prepararla! In fondo ormai non manca molto, e sono sicura che la casetta di savoiardi si conserverà benissimo fino ad allora! Sento che quest’anno avrà un grande successo e diventerà il tormentone del momento, in fondo non è così difficile da assemblare! Vediamo insieme come fare 🙂

Ingredienti per una casetta di savoiardi

  • 43 savoiardi (circa 400 g)
  • 80 gr albumi
  • 410 gr zucchero a velo
  • anice stellato
  • stecche di cannella


Procedimento


  1. Per preparare la casetta di savoiardi come prima cosa preparate la ghiaccia che servirà da collante. Versate gli albumi in una ciotola (se cercate un’idea per riutilizzare i tuorli potete preparare la cream tart di Natale), sbatteteli con una frusta e aggiungete lo zucchero a velo, gradualmente. Continuate a mescolare con una spatola, poi quando avrete ottenuto un composto liscio trasferitela all’interno di un sac-à-poche. A questo punto prendete uno dei savoiardi, stendete una striscia di ghiaccia al centro e posizionate sopra un altro savoiardo.

  2. Continuate in questo modo fino ad avere una torretta di 8 savoiardi. Poi fatene un’altra uguale. A questo punto, sempre alla stessa maniera realizzate due torrette da 5 savoiardi ed una da 3. Posizionatele man mano su un vassoio foderato con carta forno, meglio metterle distese come nella foto. Queste parti serviranno a comporre la base della casetta. Adesso occupatevi del tetto. Dovrete incollare tra di loro sei savoiardi. Questa volta però non dovrete fare come fatto fin ora uno sull’altro, ma uno accanto all’altro. Per farlo posizionatene uno su un vassoio, spargete della glassa sul lato di un altro savoiardo e attaccatelo a quello sul vassoio.

  3. Una volta che avrete unito i 6 savoiardi, riempite gli eventuali spazi tra i vari biscotti con la ghiaccia. A questo punto avrete ottenuto una delle due parti del tetto; ripetete la stessa operazione accostando altri 6 savoiardi tra di loro. Lasciate asciugare tutti i pezzi, io ho aspettato una notte intera. La ghiaccia se è all’interno del sac-à-poche può rimanere a temperatura ambiente. A questo punto riprendete la torretta composta da 3 savoiardi e ritagliatela in modo da ottenere un parallelepipedo con base maggiore 10 cm e base minore 5 cm. Posizionate poi questo parallelepipedo su una delle torrette da 8 cm e utilizzatela come sagoma per ritagliare i primi 3 savoiardi alla stessa misura. Fate lo stesso anche per l’altra torretta da 8 savoiardi. Queste saranno le due facciate.

  4. A questo punto ritagliate ancora, soltanto su una delle due facciate, ben centrato, un rettangolino lungo quanto 4 savoiardi e largo circa 3 cm, che sarà la porta, tenete da parte il pezzo che avete tagliato, servirà per creare il camino. Adesso tutto è pronto per comporre la casetta. Posizionate le mura una di fronte all’altra, che saranno formate dalle due torrette composte da 5 savoiardi, poi utilizzando la ghiaccia reale rimasta incollate sia la facciata davanti che quella dietro. Lasciate asciugare e poi incollate anche il tetto, utilizzando la ghiaccia.

  5. Posizionate due savoiardi, come se fossero delle travi, a congiungere i due lati del tetto e a tappare l’eventuale foro. Se dovesse rimanere uno spazio vuoto al di sotto, incastrate all’interno un pezzetto di savoiardo, questo dipende dall’inclinazione che darete al tetto. Incollate poi anche il camino, per aiutarvi a tenerlo dritto utilizzate un pezzetto di savoiardo e decorate con la ghiaccia rimasta. Incollate poi anche un pezzetto di anice stellato, come se fosse una ghirlanda. Lasciate solidificare completamente, solo allora potrete spostarla e ultimare la casetta di savoiardi con dei bastoncini di cannella, come se fosse una catasta di legna!

Casetta di savoiardi
Il piatto è pronto… non mi resta che augurarvi buon appetito!

La casetta di savoiardi si conserva a lungo, se non avete intenzione di mangiarla potrete prepararla con largo anticipo!

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*